Contributi per lavoratrici e lavoratori dipendenti da aziende iscritte agli Enti Bilaterali da almeno 12 mesi

FARE IN OGNI CASO RIFERIMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE DI ATTIVITA' RIFERITO ALL'ENTE BILATERALE DI COMPETENZA (TERZIARIO O TURISMO)

 

A.Contributo integrativo per Congedo Parentale. 

  1. Alla lavoratrice/lavoratore con contratto di lavoro full-time che richieda e fruisca del periodo di congedo parentale (maternità facoltativa) per almeno 90 giorni continuativi entro la data del compimento dell’anno di vita del bambino, viene riconosciuto un contributo una tantum di € 500,00 lordi. Il contributo è riconosciuto anche in caso di fruizione del congedo parentale per adozione.
  2. Il contributo può essere riconosciuto una sola volta all’anno per nucleo familiare.
  3. Per i lavoratori con contratto di lavoro a tempo parziale (part-time) tutti gli importi fissi eventualmente accordati come contributo di sostegno al reddito dovranno essere rapportati all’orario previsto dal contratto individuale di lavoro (o successive variazioni) rispetto all’orario contrattuale pieno.
  4. Il contributo non spetta in caso di reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  5. La richiesta può essere presentata decorso il 90° giorno di congedo parentale (maternità facoltativa) e fino al compimento dell’anno di vita del bambino.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo integrativo per Congedo Parentale compilato in ogni sua parte (compresa quella riservata al datore di lavoro).
  2. Copia dell’ultima busta paga antecedente l’inizio della maternità obbligatoria.
  3. Copia della comunicazione all’INPS della richiesta di congedo parentale (maternità facoltativa).
  4. Copia dichiarazione ISEE del richiedente.

 

 

B. Contributo integrativo per spese mediche figli. 

  1. Al lavoratrice/lavoratore che debba sostenere spese per visite mediche specialistiche o per prestazioni di diagnostica nei confronti di figli aventi età inferiore agli 11 anni viene riconosciuto un rimborso fino ad un massimo di € 300,00 lordi qualora tali prestazioni siano comprese nell’allegato elenco.
  2. Nel caso in cui la prestazione sia resa dal servizio sanitario nazionale il rimborso può riguardare la quota a carico della famiglia (ticket)
  3. Possono essere chieste a rimborso somme relative a più prestazioni fino al raggiungimento del limite di importo previsto.
  4. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto, una sola volta per nucleo familiare.
  5. La richiesta di rimborso può essere presentata entro un anno dal pagamento della prestazione sanitaria.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo integrativo per spese mediche figli compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga antecedente la richiesta.
  3. Stato di famiglia (autodichiarazione) o documento di identità del figlio per cui si richiede il contributo
  4. Documentazione di spesa da cui emerga il destinatario delle prestazioni diagnostiche o terapeutiche.

 

Spese per prestazioni non elencate in allegato potranno essere valutate dall'apposita commissione a fronte di adeguata motivazione da parte del richiedente

 

 

C. Contributo mensa scolastica.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese il pagamento della mensa scolastica (compresi gli eventuali costi per l’assistenza obbligatoria da parte di operatori) per figli che frequentano la scuola dell’infanzia o la scuola primaria (elementare) viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute fino ad un massimo di € 200,00 lordi per ogni periodo di cui al successivo punto g).
  2. Tale importo servirà esclusivamente per il rimborso di buoni pasto utilizzati nelle mense scolastiche delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie.
  3. I buoni complessivamente disponibili saranno assegnati fino ad esaurimento dotazione economica.
  4. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  5. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) i buoni saranno assegnati con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  6. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  7. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione di mensa verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  8. La richiesta di rimborso può essere presentata nel rispetto delle seguenti scadenze:
    1. Per i pasti fruiti tra il 1° settembre 2019 e il 31 dicembre 2019 la domanda dovrà essere presentata dal 1° gennaio 2020 ed entro il 31 gennaio 2020 e i pagamenti verranno effettuati entro il 29 febbraio 2020;
    2. Per i pasti fruiti tra il 1° gennaio 2020 e il 31 marzo 2020 la domanda dovrà essere presentata dal 1° aprile 2020 ed entro il 30 aprile 2020 e i pagamenti verranno effettuati entro il 31 maggio 2020;
    3. Per i pasti fruiti tra il 1° aprile 2020 e il 30 giugno 2020 la domanda dovrà essere presentata dal 1° luglio 2020 ed entro il 20 luglio 2020 e i pagamenti verranno effettuati entro il 31 luglio 2020.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo mensa scolastica compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga antecedente la richiesta.
  3. Documentazione di spesa da cui emerga il destinatario delle prestazioni.
  4. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

 

D. Contributo per acquisto dei libri di testo.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese per il pagamento dei libri di testo di figli che frequentano la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e la scuola secondaria superiore viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute entro il 50% della spesa totale fino ad un massimo di € 100,00 lordi certificata dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso vale per acquisti relativi all’anno scolastico 2020-2021 e può essere presentata entro il 30 novembre 2020.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo per acquisto dei libri di testo compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (fatture o ricevute riportanti le voci di spesa dei singoli libri).
  4. Lista dei libri scolastici emessa dall’Istituto.
  5. Attestazione da parte dell’Istituto dell’iscrizione dello studente.
  6. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

 

E. Contributo per iscrizione ad asili nido e scuole dell’infanzia.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese per l’iscrizione e per la frequenza all’asilo nido o alla scuola dell’infanzia, viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute entro il 50% della spesa totale fino ad un massimo di € 200,00, certificata dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione, una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso vale per l’iscrizione all’annualità scolastica 2020-2021 e può essere presentata entro il 30 aprile 2021.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo per iscrizione ad asili nido e scuole dell’infanzia compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (ricevute o attestazione del versamento effettuato presso l’asilo nido o la scuola materna).
  4. Attestazione da parte dell’Istituto dell’iscrizione e frequenza dell’alunno.
  5. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

 

F. Contributo per attività educative.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese per attività educative proposte dalla scuola durante l'attività scolastica (attività sportive, laboratori didattici, gite, musei che comportino spese aggiuntive a carico delle famiglie) per figli che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria (elementare) e la scuola secondaria di primo grado (scuola media) viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute entro il 50% della spesa totale fino ad un massimo di € 100,00, certificata dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso per spese sostenute nell’anno scolastico 2019-2020 può essere presentata entro il 30 settembre 2020.

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo per attività educative compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (ricevute o attestazione del versamento effettuato alla scuola).
  4. Attestazione da parte dell’Istituto dell’iscrizione dello studente.
  5. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

 

G. Contributo iscrizione estate ragazzi-centri estivi.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese per l’iscrizione a centri estivi o estate ragazzi, per figli che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria (elementare) e la scuola secondaria di primo grado (scuola media) viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute entro il 50% della spesa totale fino ad un massimo di € 200,00, certificata dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso per spese inerenti la stagione estiva 2020 può essere presentata entro il 30 settembre 2020.

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo iscrizione estate ragazzi-centri estivi compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (ricevute o attestazione del versamento effettuato).
  4. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare. 

 

H. Contributo spese di trasporto.

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto il pagamento delle spese di trasporto per figli che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria (elementare) e la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e la scuola secondaria superiore viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute fino ad un massimo di € 300,00, certificato dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso per spese inerenti le spese di trasporto per l'anno scolastico 2019-2020 può essere presentata entro il 30 giugno 2020.

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo per spese di trasporto compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (ricevute o attestazione del versamento effettuato).
  4. Attestazione da parte dell'Istituto dell'iscrizione dello studente.
  5. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare. 

 

I. Contributo iscrizione pre-ingresso e post-uscita. 

  1. Al lavoratrice/lavoratore che abbia sostenuto spese per l’iscrizione al pre-ingresso ed alla post-uscita, per figli che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria (elementare) viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute fino ad un massimo di € 200,00 certificato dalle relative fatture.
  2. Il contributo non spetta per i nuclei familiari con reddito ISEE superiore a € 40.000,00.
  3. Fra tutti i soggetti che possono fare richiesta, in quanto aventi le caratteristiche previste dall’art. 2 del regolamento (appartenenza ad una azienda del settore del terziario iscritta all’Ente Bilaterale del Terziario di Cuneo da almeno 12 mesi) il contributo sarà assegnato con priorità per le richieste provenienti da nuclei familiari con reddito ISEE fino a € 20.000,00.
  4. In caso di eccedenza di richieste rispetto alle risorse disponibili, saranno prese in considerazione prima le richieste prioritarie. Le richieste non prioritarie, cioè da parte di soggetti con reddito ISEE superiore a euro 20.000,00, potranno essere soddisfatte con una proporzionale riduzione nell’ambito delle risorse disponibili.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto (figlio), una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di rimborso per spese inerenti all’anno scolastico 2019-2020 può essere presentata entro il 30 giugno 2020.

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo iscrizione pre-ingresso e post-uscita compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Documentazione di spesa (ricevute o attestazione del versamento effettuato).
  4. Attestazione da parte dell’Istituto dell’iscrizione dello studente.
  5. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

L. Contributo integrativo figli invalidi.

  1. Al lavoratrice/lavoratore o al datore di lavoro che abbia un figlio invalido a carico viene corrisposto un contributo fino ad un massimo di € 500,00 quale concorso spese per l’assistenza.
  2. Il contributo viene riconosciuto in presenza di una invalidità civile certificata superiore al 33%.
  3. Il contributo vale € 500,00 se il soggetto invalido non percepisce altre forme di prestazioni economiche correlate all’invalidità. Laddove il soggetto invalido sia titolare di altre forme di prestazioni economiche (ad esempio Pensione di inabilità civile, Assegno mensile, Indennità di accompagnamento, Indennità mensile di frequenza) il contributo è ridotto a € 250,00.
  4. In caso di eccedenza delle richieste rispetto alle risorse disponibili verrà redatta una graduatoria sulla base del reddito ISEE del richiedente e, a parità di reddito, del grado di invalidità certificata.
  5. Il contributo può essere riconosciuto, con riferimento alla medesima prestazione verso lo stesso soggetto, una sola volta per nucleo familiare.
  6. La richiesta di contributo può essere presentata entro il 31 ottobre 2020

 

Documentazione richiesta:

  1. Modulo Contributo integrativo per figli invalidi compilato in ogni sua parte.
  2. Copia dell’ultima busta paga.
  3. Certificazione medica del figlio invalido rilasciata da Ente Pubblico/Verbale del medico Legale.
  4. Documentazione attestante la condizione di “figlio a carico” in caso di invalido maggiorenne”.
  5. Dichiarazione ISEE del nucleo familiare.

 

La dotazione economica per ogni linea di intervento è cumulativa delle prestazioni nei confronti del singolo lavoratore.

 

 

Presentazione domande

lettera raccomandata a

Fondo Sostegno c/o

Ente Bilaterale

Via Avogadro n. 32 - 12100 – Cuneo

messaggio di posta elettronica certificata a

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per settore Commercio

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per settore Turismo